IL CENTRO DESTRA VUOLE SEDARE LA RIVOLTA DEI CITTADINI DEL 2 GIUGNO?

Per ora sono solo voci di corridoio, qualche giornale di Roma già ne parla, ma l’atteggiamento del centro destra però é inequivocabile!

Il 2 giugno intendono demotivare la protesta e la rivolta degli italiani. Qualcuno già usa la frase: “sedare la rivolta degli italiani!”

Perché mai dovrebbero sedare la legittima protesta di tanti italiani inferociti? Domanda più che legittima soprattutto se riferita a quel Centro destra che almeno a slogan ha sempre messo al primo posto proprio gli Italiani.

Le mie fonti mi dicono che tutto ciò accadrebbe perché gli italiani sono troppo arrabbiati, in questo preciso momento storico ci andrebbero di mezzo troppi interessi politici e nessuno dei politici di centro destra intende perdere il consenso di certe fasce di elettorato che la protesta non la vogliono, anzi, non la gradiscono proprio. In primis tra tutti i dipendenti pubblici che in questi mesi di lockdown il posto di lavoro lo hanno conservato e lo stipendio lo hanno percepito con regolarità.

Perché sarà anche vero che stanno a cuore i mercatari, i parrucchieri, i baristi e i ristoratori, ma sono un elettorato che muove poco l’ago della bilancia.

A Napoli dicono: “Capisc ammè!

Per questi sostanziali motivi la manifestazione di giugno il centrodestra la farà a luglio adottando come ormai si fa da protocollo la solita scusa del #Coronavirus.

L’intento comunicatomi dalle mie fonti interne ai partiti che io stessa quasi mi rammarico di aver sostenuto in campagna elettorale é quello di “ridurre la protesta e la rivolta del 2 giugno giusto a qualche banchetto e a qualche fila ordinata di manifestanti locali che non facciano però troppo baccano”.

Dicono infatti in FDI:

“Il 2, festa della Repubblica, ci si vuole limitare a presidi nelle piazze dei capoluoghi con parlamentari e consiglieri regionali. Il coronavirus è ancora in agguato dicono e la coalizione di centro destra non vuole far correre rischi ai cittadini”.

E aggiungono: “Poi, a luglio, ci sarà il grande evento di Roma”.

La solita grande manifestazione pacifica insomma, dove tutti potranno manifestare il proprio dissenso sventolando la loro bandierina senza concludere nulla e ottenere alcun risultato. Ma a luglio il risultato lo otterranno i politici che potranno come sempre fare la conta dei numeri che a loro evidentemente interessano più dei diritti degli italiani.

Ecco le tracce:

Salvini LEGA in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera dichiara:

“Una manifestazione vera di piazza ci sarà solo a luglio”, ha detto il leader della Lega. “Il 2 giugno, per essere in piazza in maniera rispettosa e sicura, faremo presidi in ogni capoluogo di regione con i parlamentari”. D’altronde, spiega nel colloquio con il Corriere, “il 2 giugno cade nel periodo controllato, non c’erano dati sanitari sufficienti per decidere e non era il caso di far muovere migliaia di persone”.

Nell’intervista Salvini dichiara di essere giunti a questa decisione in un incontro avuto con la Meloni e La Russa per Fratelli d’Italia e con Tajani e Ronzulli per gli azzurri di Berlusconi.

Da Forza Italia Berlusconi da lo STOP:

“Forza Italia non vuole assolutamente sentire parlare di prese di posizione antieuropee in una piazza che potrebbe radunare tantissimi italiani arrabbiati per aiuti che non arrivano mai”.

Meglio che gli italiani sbolliscano un altro mese..?

Fratelli d’Italia segue a ruota:

in una circolare interna firmata dal dirigente del dipartimento organizzazione di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, inviata ad un numero sterminato di indirizzi ha confermato quello che aveva anticipato Salvini.

Vi allego file l’immagine:

Nemmeno l’agguerrita Giorgia Meloni che urla e minaccia Conte in Parlamento dunque intende rappresentare una vera e concreta protesta con FDI.

Sui loro social e pagine varie non trovo infatti indicazioni o proclami in merito alla manifestazione del 2 giugno, ma devo dire che non ne trovo nemmeno riguardo a quella di luglio che vorrebbero fare loro tutti insieme appassionatamente. I tempi tecnici infatti per organizzare una manifestazione politica di carattere nazionale richiederebbero almeno quei due mesi di tempo per la promozione dell’evento e dell’organizzazione, ma non c’è nulla e questo mi fa molto pensare cari italiani.

Non in bene, sia chiaro!

Forse gli slogan “prima gli italiani”, oppure “la pacchia é finita” hanno già perso senso e valore? Staremo a vedere, ma una cosa é certa, la democrazia rappresentativa in Italia si é ormai ridotta solo ad un teatrino dove lo spettacolo é sempre più mediocre almeno quanto i protagonisti.

Resto a disposizione di tutti per aggiornamenti. Se trovate ulteriore materiale riguardo a questa faccenda contattatemi o segnalatemelo tra i commenti. Grazie

Italia Moli

#IoSonoItalia🇮🇹

5 pensieri riguardo “IL CENTRO DESTRA VUOLE SEDARE LA RIVOLTA DEI CITTADINI DEL 2 GIUGNO?

  1. Carissima scimmietta, come ben puoi capire, abbiamo fatto male a scendere dagli alberi tutti insieme, dovevamo lasciarne qualcuno APPESO. Noi non saremo mai un popolo libero, se non lo decide l’AMERICA, semplicemente perché siamo un paese che ha perso la guerra e dal TRATTATO DI CASSIBILE, siamo una colonia Americana. Nel “nostro” codice fiscale ci sono codici sanitari, bancari e militari controllati direttamente dalla CIA Americana, sappilo !!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...