CONTE: IL 3 GIUGNO APRO, MA IL 2 PER FAVORE STATE A CASA.

Come vi avevo preannunciato nel mio articolo di ieri Mister C…lo secco ha paura. Ogni sua mossa svela inevitabilmente questo timore.

Leggi articolo precedente: https://iosonoitalia.com/2020/05/15/dal-18-maggio-fine-del-lockdown-e-inizio-delle-barricate-di-conte/

Le “frontiere” tra regioni, come vi avevo anticipato, rimarranno chiuse al fine di evitare disordini, manifestazioni di protesta che potrebbero compromettere la sicurezza pubblica, o per lo meno la sicurezza di Conte e dei suoi scagnozzi, quella sicuramente!

Ecco perché come vi scrivevo ieri, Mister C..lo secco sta innalzando vere e proprie barricate amministrative con l’emissione dei nuovi DPCM. Il tutto a suo dire “per intraprendere un cammino unitamente alle regioni”, un cammino che tuttavia ci guiderà solo al raggiungimento del primo limite imposto per decreto allo stato di emergenza stabilito nel 31 luglio.

Da quel momento in poi il governo potrà stabilire e decidere se ritirare lo stato di emergenza o prorogarlo per ulteriori sei mesi come stabilito dall’Art 24 comma 3 del Decreto leggete del 2 Gennaio 2018 che recita quanto segue:

“La durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non puo' superare i 12 mesi, ed e' prorogabile per non piu'  di ulteriori 12 mesi”. 

Tutte i segnali comunque ci portano al pieno convincimento che il 31 luglio lo stato d’emergenza non terminerà. L’obiettivo é palese, vogliono raggiungere il 2022 ed eleggere il nuovo presidente della repubblica, l’ennesimo al servizio della sinistra e dei dictat europeisti e mondialisti.

Il fatto che ci dicono che dobbiamo imparare a convivere con il CoronaVirus significa per loro avere l’enorme opportunità di poter godere di altri 18 mesi di stato di emergenza previsti dalla legge. Una legge ben architettata dal PD in previsione non solo del coronavirus, ma, soprattutto di una crisi politica e partitica che avrebbe potenzialmente spazzato via la sinistra dall’Italia.

Sempre da decreto del 2 gennaio 2018 é prevista la possibilità di proroga di ulteriori 12 mesi dello stato di emergenza se il Presidente del Consiglio investito dei poteri straordinari riconosciuti dall’Art. 7 comma c) deciderà che la proroga é necessaria.

L’Art. 7 comma c) del decreto del 2 gennaio 2018 recita:

“emergenze di rilievo nazionale connesse con eventi  calamitosi di origine naturale  o derivanti dall'attivita'  dell'uomo che in ragione della loro intensita' o estensione debbono, con immediatezza
d'intervento, essere fronteggiate con mezzi e poteri straordinari da impiegare durante limitati e predefiniti periodi di tempo ai sensi dell'articolo 24”.

La scusa sarà sempre la stessa, cioè quella ti tutelare quel diritto costituzionale riconosciuto che é la salute pubblica, mentre nel frattempo tutti gli altri diritti costituzionali e umani degli italiani verranno deliberatamente calpestati come é stato fatto fino ad ora.

Abbiate almeno la soddisfazione di sapere cari e fedeli followers che i vostri diritti verranno calpestati da scarpe pregiate del valore di 2000 euro al paio, non saranno di certo scarpe da poveracci che faticano e lavorano. Saranno scarpe di lusso inglesi che conterranno quei piedi piatti che un tempo nemmeno troppo lontano salivano le scalinate dello Stadio Sanpaolo, o altre tipiche da avvocato, contenti estremità ben più delicate, cresciute facendo il piedino sotto la sottana di qualche cardinale potente.

Due anni di stato di regime totalitario, davvero pensate di riuscire a sopportarli?

Ma soprattutto davvero credete che il nostro paese, la nostra economia disastrata possa sopportare questo ulteriore sabotaggio dato che ben sappiamo di essere ormai prossimi al default?

Ma ecco che arriva il segnale forte dell’instabilità di questa amministrazione e della preoccupazione che si manifesta tra i corridoi di palazzo Chigi.

Molti di voi si saranno chiesti perché Conte abbia deciso di aprire gli spostamenti tra regione e regione dal 3 giugno in avanti, oppure questa domanda non vi é balenata per il cervello?

Perché non il 2 giugno che é la festa nazionale della Repubblica italiana? Quale occasione migliore per dare un segnale forte che la democrazia in questo paese sgangherato un briciolo esiste ancora?

E invece No! Nemmeno l’illusione ci é concessa.

Tutto ciò accade perché c’è un problema grosso anzi enorme che state sottovalutando, un problema che giustifica le dinamiche politiche di governo e che nel mio piccolo voglio provare a spiegarvi.

Un problema che fa obbligatoriamente slittare il tutto al 3 di giugno e non a caso. Perché vedete, il 3 giugno potrebbe certamente apparire come una data che di primo acchito non dice nulla.

Ai più ingenui e indottrinati dalle TV e giornali di regime potrebbe apparire addirittura come una data volutamente pensata dal genio di Mister C…lo secco al fine di evitare quei classici assembramenti in occasione di una delle più importanti e belle ricorrenze nazionali, appunto la Festa della Repubblica Italiana.

Ma non é così ragazzi! Sbagliate di grosso!

La vera preoccupazione di Mister C..lo secco non sono i normali assembramenti di persone, ma gli enormi assembramenti di persone incazzate che da tempo si sono organizzate, che si stanno mobilitando e sono provenienti da più punti del paese. Loro rappresentano oggi la più concreta è possibile forma di rivolta che potrebbe portare ad un colpo di stato.

E C…lo secco lo sa bene che tutta questa massa di belve incazzate convergerà su Roma proprio il 2 giugno. Per il due Giugno è infatti prevista una manifestazione imponente dove Dio solo sa cosa potrà accadere e non si prospetta nulla di buono per i politicanti di sinistra, di centro o di destra che siano. Molti di loro infatti hanno già dato comunicazione che per quella data non saranno reperibili nella capitale. Alcuni hanno già previsto che il 2 giugno saranno addirittura ammalati.

Tra le forze dell’ordine poi c’é un fermento incredibile perché sanno di essere stati deliberatamente ed impropriamente strumentalizzati e usati da Conte per i beceri scopi della peggiore politica della storia italiana. Le circolari che provengono dai piani alti segnalano la potenzialità di forti disordini per il 2 giugno e si “invitano” gli uomini e le donne in divisa a fermare con ogni “mezzo di offesa” l’avanzata dei manifestanti che in preda alla collera tenteranno di ribaltare le sorti di questo governo criminale della paura. Le sanzioni di 400 euro fino a ieri comminate saranno innalzate fino a 3000 euro in questi prossimi giorni. Posti di blocco saranno sparsi ovunque e proprio per trasformarle le sanzioni nel primo deterrente psicologico nei confronti di qualunque manifestante. Tra la dotazione obbligatoria alle forze dell’ordine nei posti di blocco vi sono in giubbetti antiproiettile e la necessità di essere adeguatamente armati.

Ma dagli stessi sindacati di Polizia e Carabinieri si percepisce chiaramente la spaccatura Etica e morale che si sta aprendo come una vera e propria voragine. In primis hanno già compreso che quegli strumenti non saranno sufficienti a demotivare la rivolta e non se la sentono nemmeno di pestare a sangue o peggio aprire il fuoco su onesti cittadini che hanno tutto il sacrosanto diritto di manifestare e protestare per il loro futuro e per il futuro che altrimenti non avranno i loro figli.

Ecco dunque perché Mister C…lo secco ha pensato che aprendo il 3 giugno potrebbe in qualche modo riuscire a limitare la protesta disperdendo buona parte dei manifestanti.

Ma non é affatto così!

Questa volta le sue barricate strategiche non reggeranno il colpo, gli italiani erano e sono per natura un popolo mite, ma quando li si porta all’esasperazione, l’argine che poteva contenere il loro dissenso non regge più!

Di concerto con i Governatori del Nord Zaia e Fontana, Mister C…lo secco ha programmato la riapertura di molte attività entro il 18. Guarda caso proprio le attività dei commercianti, baristi, parrucchieri, ristoratori. Questo perché spera che gli italiani imbufaliti del Nord, potendo ricominciare a lavorare, rinuncino ad andare a Roma a manifestare e dare sostanza e forza alla rivolta.

Ma Mister C…lo secco dimentica qualcosa di importante. Questa gente é gente vittima dello iatrogenogidio e del Bioterrorismo messo in piedi da questo infame governo della paura.

Mister C…lo secco dimentica che per sua mera incompetenza, negligenza e irresponsabilità é stata ammazzata una intera generazione di padri, madri, nonni e nonne in nome del abominio orchestrato da questo governo e con la complicità dei media di informazione corrotti.

Mister C…lo secco dimentica che questa è la gente alla quale non ha permesso nemmeno di piangere i propri cari, nemmeno di sapere realmente di cosa erano morti perché sono state negate loro addirittura le autopsie e in cadaveri sono stati bruciati come l’immondizia che finisce in un termovalorizzatore.

Mister C…lo secco dimentica che questa è la gente alla quale hanno fatto ammalare i figli di depressione, gente che hanno rinchiuso in casa come criminali, agli arresti domiciliari, che sono stati perseguitati, sanzionati come i peggiori delinquenti al mondo.

Mister C…lo secco dimentica che questa era un tempo la sua gente, gli italiani che ha svenduto alla Merkel e a Macron distruggendo loro ogni aspettativa futura, il lavoro, la vita, la famiglia e la tranquillità per rispettare una infame agenda di governo e intrallazzare con Bruxelles, la Germania, la Francia e l’Olanda.

E allora ti do un consiglio io Mister C..lo secco, un consiglio personale.

Prendi il primo aereo con i tuoi scagnozzi perché la collera arriverà a Roma come uno tsunami distruttivo. E non contare troppo sulle forze dell’ordine perché loro stessi si sono giocati la faccia e l’onore della divisa grazie a te. Quegli uomini e quelle donne in divisa presto si troveranno costretti a dover decidere se manganellare il proprio vicino di casa, il proprio amico e fratello o unirsi a loro nella protesta e nella rivolta.

Nei corpi di polizia io lo so molto bene, ci sono tante teste di cazzo che in questo periodo di lockdown si sono approfittate della pazienza del comune cittadino, ma bada che c’è anche tanta brava gente che crede nell’Italia e in quegli italiani che gli pagano lo stipendio grazie alle loro fatiche e ai loro mestieri onesti. Tra loro ci sono veri patrioti che non ti temono!

E questi uomini e donne delle forze dell’ordine, conoscono bene anche quei colleghi teste di cazzo che detestano profondamente per gli abusi di cui sono macchiati in questi mesi.

La resa dei conti é vicina io lo sento perché sento fortemente dentro di me il sentimento di rabbia della mia gente.

E comprendo che potrebbe essere solo una mia sensazione, potrei avere male interpretato quel sentimento di rabbia, rancore e odio che aleggia tra gli italiani, ma sai Mister C…lo secco, io sono una ragazza di strada, non sono una ragazza radical chic.

Io sono per definizione della rassegna stampa della CGIL “la povera giovane Italia!”

Ed é vero, non me ne vergogno, sono figlia di una di quelle famiglie che hai distrutto. Sono figlia di un padre con Partita IVA. Io ho pianto a distanza i miei cari, mio padre ha deciso di cessare l’attività, ma non spera nemmeno più di ricevere i tuoi miserabili 600 euro di merda.

Una vera miseria, un insulto per noi che non ci sentiamo affatto miserabili, ma orgogliosi italiani pronti a morire da veri italiani se serve! Perché è meglio morire da liberi che vivere da servi e schiavi quali tu ci vuoi ridurre!

Fuck Mister C…lo secco! Ricordati il mio nome! Io mi chiamo Italia!

Italia Moli per la precisione!

#IoSonoItalia🇮🇹

4 pensieri riguardo “CONTE: IL 3 GIUGNO APRO, MA IL 2 PER FAVORE STATE A CASA.

  1. Piccolina che fai??? hai paura di nominare un politico con nome e cognome??? si chiama CULOSECCO GIUSEPPI, fallo sapere ai tuoi seguaci. SEMPRE BENE NUN PO’ ANNA’, MALE NIMMANCO e A FRITTATA PRIMA O POI SA’ DA GIRA’.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...