USCIAMO DA QUESTA TRAPPOLA MORTALE CHIAMATA EUROPA, ALTRIMENTI LA RECESSIONE, LO SHOCK FINANZIARIO E TUTTO IL NOSTRO MONDO ANDRANNO IN PEZZI ENTRO GIUGNO.

FITSE-MIB in crollo vertiginoso, siamo arrivati a -26%. La quotazione di borsa delle 40 più importanti società italiane é drammatica e se é drammatica per loro, non possiamo nemmeno capacitarci di quanto lo sia per quelle di minore importanza. Date fuoco ai cartelli con su scritto #ANDRÁTUTTOBENE, perché é il contrario e chi tenta di accendere in voi false speranze é un mero criminale. La macchinazione che si nasconde dietro all’impatto violento generato dal Coronavirus genererà una crisi finanziaria di proporzioni apocalittiche dalla quale la moltitudine di noi verrà letteralmente distrutta. Altri nel contempo si arricchiranno in maniera esponenziale. Questa crisi colpisce tutti i giganti del mondo contemporaneamente, dalla Cina alle nazioni del G20. Ci sarà chi avrà sufficiente sovranità per incassare il forte colpo, e chi come noi che la sovranità l’abbiamo ceduta in nome delle splendide idee neoliberiste, finiremo nel tritacarne, anzi, ci siamo già dentro, ma sono notizie che non devono trapelare per non generare disordine e tensione sociale. Preferiscono lasciarvi morire lentamente, ma il più possibile sereni e poi quando la mannaia cadrà, la vostra testa rotolerà lontana dal corpo e amen. Preparatevi cari amici a non avere più alcuna prospettiva di lavoro perché il nostro mondo cambierà in un modo radicale e con una drammaticità che nemmeno immaginate. La recessione del nostro paese é inevitabile, il fallimento pure. Al momento i segnali che ricevo leggendo notizie qua e là, mi portano ad intravedere questo scenario catastrofico che non posso e non voglio negarvi. Il crollo della domanda di lavoro porterà milioni di famiglie in brevissimo tempo ad una condizione di povertà assoluta. Crollo dell’export, crollo dell’import, crollo di ogni forma di produttività interna saranno il nostro pane quotidiano, una pare così duro che pochissimi tra noi avranno denti sufficientemente buoni per addentarlo. Stiamo parlando di oltre 3 miliardi di lavoratori che a livello globale saranno fortemente impattati da questa crisi, questi sono i dati che ho trovato suo report. Padri e madri di famiglia che molto presto non avranno alcuna prospettiva né possibilità di mettere un piatto in tavola per i loro figli. La ricaduta sul PIL di questi mesi é sotto gli occhi di tutti, ma la nostra attenzione pare essere deviata da altre faccende di maggiore interesse come i vaccini, le fantomatiche cure per prevenire gli effetti dal Covid-19, la ricerca scientifica, dimenticandoci quasi del tutto che per vivere ed essere in salute bisogna innanzitutto mangiare, stare bene, sentirsi bene.

Ma alla fine ciò che pare interessare a molti di noi é che ricomincino quanto prima le partite di calcio. Altrimenti non si vive. Vaccini e calcio, calcio e vaccini e una buona parte della massa di plebei sarà ampiamente soddisfatta.

E invece saremo un popolo destinato al suicidio di massa, se non troveremo nei prossimi giorni la forza per reagire e dichiarare guerra ai potenti.

Perché io ve lo dico per l’ultima volta, dopo di che non lo farò mai più; se oggi intendete ancora delegare nelle mani di questi criminali il vostro futuro e quello dei vostri figli, avete sbagliato tutto.

Loro, in questo momento, sono estremamente presi dal salvare loro stessi, non hanno certo tempo per salvare voi. Da uno studio accurato sullo shock di origine pandemica che ho avuto occasione di leggere, studio della banca mondiale effettuato in collaborazione con l’OMS (A world risk annual report on global preparedness for healt emergencies), ho potuto apprendere che secondo gli esperti la contrazione potrebbe arrivare a raggiunge quasi il 5% del PIL globale. Nell’analisi dell’Asian development bank le stime sono altrettanto confermate e collimano perfettamente. Il costo di questa pandemia é stimato intorno ai 4,1 trilioni di dollari. L’industria turistica italiana per esempio, che é uno dei nostri punti di maggiore forza sarà letteralmente distrutta. Si dice già da ora che oltre 40.000 agenzie turistiche nel futuro immediato saranno costrette a chiudere i battenti. Senza turismo crollerà anche l’economia turistica e altre migliaia di aziende ricettive del settore turistico saranno costrette a chiudere i battenti o ad essere acquisite dagli squali che già iniziano a nuotare al largo delle nostre riviere. Le banche dove risiedono eventuali fondi depositati saranno le prime ad essere prese di mira e questo é uno scenario che già mesi fa vi avevo anticipato. Il mio consiglio attuale é quello di invitarvi quanto prima ad investire e comprare valuta estera, cambiare quanto prima i vostri euro in dollari e nasconderli in qualche posto ma non di certo in banca, specie se una banca di tipo commerciale. Il settore immobiliare sarà il più colpito con un crollo vertiginoso del mercato dovuto ad un aumento esponenziale dell’offerta e di chi non potendo pagare i debiti vedrà presto la propria casa messa all’asta per due spicci. Chi ha acceso un debito con una banca oggi equivarrà ad essersi messo un cappio al collo perché i tassi di interesse saliranno vertiginosamente, voci di corridoio dicono che l’intero sistema bancario andrà fuori controllo. Attualmente le società di rating non emettono nemmeno più i report su di noi, l’ultima che l’ha fatto ci ha classificati come BBB con un trend negativo significa che i nostri titoli di stato sono prossimi ad avere il valore della spazzatura. Moddy’s addirittura si è astenuta con la scusa di aggiornare il proprio calendario, ma ormai siamo pressoché paragonati alla Grecia con grosse possibilità di essere insolventi. Il nostro debito pubblico ha raggiunto quota pari al 155% del nostro PIL. Qualcosa che é impensabile recuperare. Dichiarare il fallimento in questi casi sarebbe cosa giusta e corretta da farsi, ma approcciarsi al MES cioè il fondo salva stati equivale poi formalmente a mettersi nelle mani del curatore fallimentare.

Siamo sostenuti Infatti dal QE che indirettamente e per modo di dire “grazie alla BCE” ci tiene ancora a galla con un debito accumulato complessivo per un valore di 2000 miliardi di euro. Ci stanno facendo indebitare esponenzialmente nei confronti di questa Europa tanto da averci accerchiati e impossibilitati a qualsiasi tipo di azione. Nel frattempo tramite quei mentecatti di governo che definiamo erroneamente politici, elargiamo denari a destra e manca, facciamo ingenti donazioni di centinaia di milioni di euro al GAVI, sosteniamo progetti folli, paghiamo riscatti ai terroristi, quando non abbiamo nemmeno più gli occhi per piangere. A Roma, la politica grazie ai DPCM Conte ha generato vere e proprie barricate legislative per impedire a chiunque proteste, iniziative popolari di contrasto, che attualmente cercano di demotivare con sanzioni e per mezzo delle forze dell’ordine.

Hanno paura, temono la rivolta, sanno che il tempo é vicino. Ecco perché impediscono di varcare i confini regionali nascondendo il loro timore dietro ad un fantomatico scenario di contagio che se ci si sposta potrebbe manifestarsi. Instillano la paura nei popoli delle varie regioni per trasformarli in una sorta di resistenza autoctona ad una potenziale avanzata degli invasori virulenti. Ma é quello che bisogna fare quanto prima se vogliamo ancora avere una vaga speranza di salvarci. Bisogna essere pronti a combattere e a dar fuori di matto se vogliamo contare su una esile possibilità di sopravvivere, oppure saremo spazzati via. E non contate sul vostro orticello, sulla vostra piccola proprietà immobiliare da difendere strenuamente, perché se ieri valeva 100, oggi è nei prossimi giorni varrà 1.

Si calcola nel prossimo futuro un aumento dei suicidi pari al 40/45% in Italia, uno scenario drammatico che non ha precedenti nella storia del nostro paese e forse di nessun paese al mondo. Le vittime generate dalla crisi di questa pandemia orchestrata a tavolino potrebbero superare le vittime complessive delle due guerre mondiali messe assieme.

Trovo sia veramente triste però togliersi la vita senza aver nemmeno provato a combattere per difenderla.

Uscire da questa trappola mortale che é l’Europa unitamente a sbattere fuori a calci quei criminali che stanno al governo, oggi, più che mai, é primario dovere di ogni cittadino.

Perché questi farabutti si sono svenduti l’Italia è se non lo avete ancora capito, lo capirete presto a vostre spese quando toccherete con mano quello che vi sto dicendo.

Italia Moli

#IoSonoItalia🇮🇹

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...