RIPRISTINIAMO L’EX ART. 50 comma 2.

Ripristinare l’ex Art. 50 Comma 2 della nostra costituzione rappresenta un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.

Ripristinare l’ex Art.50 Comma 2 della nostra costituzione significa scegliere di vivere nella verità, dire la verità è non inabissarci ulteriormente in quella menzogna che negli ultimi tempi sta distruggendo le nostre vite.

Erano pensieri della mia maestra di vita Oriana Fallaci, erano pensieri che rientravano nel grande conflitto filosofico tra Immanuel Kant e Benjamin Constant. Perché cari amici sono passati i secoli da quel lontano 1797, ma i potere nelle mani di pochi, pende ancora come la spada di Damocle sulle teste molti.

E siccome tra quelle molte teste c’è pure la mia, vorrei tanto che rimanesse il più possibile attaccata al mio esile collo. Sono finiti i monarchi, sono finiti i dittatori, lo si dice in questa farsa di democrazia pseudo-liberale, ma la sostanza é che nulla é cambiato. I tiranni cambiano vestito, dismettono le corone ed indossano candidi colletti bianchi stirati di fresco, ma nelle loro mani come abbiamo visto in questi giorni rimane il potere di vita o di morte di intere filiere produttive.

Ed é qui che entra in gioco l’antica questione tra Kant e Costant. Kant, mirava a una nuova dislocazione della sovranità (non più nelle mani del monarca assoluto, ma in quelle impersonali della legge); dall’ altra Constant, anteponeva alla ragione di Stato, quella della società civile e dei singoli individui. Ne discendeva così una sostanziale differenza di accenti sullo stesso concetto di libertà.

Bella parola la parola Libertà vero? Un valore che pareva essere stato dimenticato e si riscopre solo quando ti accorgi di averla già perduta. E se l’abbiamo persa dobbiamo in verità dire che per buona parte é colpa nostra. Abbiamo taciuto troppo spesso, ci siamo adeguati più di quanto avremmo voluto, abbiamo accettato che l’immoralità entrasse a far parte della nostra vita quotidiana pur di non avere troppi fastidi e proteggere il nostro sacrosanto orticello. Ed é così, che vittime della nostra stessa inerzia che abbiamo perso la libertà e la possibilità in questa vita di farci valere non tanto per noi stessi, ma per quei figli che avete messo al mondo non curandovi del fatto che perseguendo la vostra condotta, non avreste potuto garantire loro un futuro.

Ma io che sono una delle vostre figlie, non posso accettarlo. Ecco perché non voglio accusarvi perché a nulla servirebbe quando il danno é già stato fatto. Voglio invece invitarvi ad essere oggi ciò che fino a ieri non siete riusciti ad essere. E badate che non vi chiedo di essere eroi, vi chiedo solo di essere Uomini, Donne, Padri, Madri, Nonni, Nonne, che da oggi inizieranno a dire la verità a se stessi cercando di essere italiani migliori.

Perché ammettere a voi stessi di non esservi sufficientemente impegnati in passato per migliorare la situazione futura, a mio avviso é il primo passo per essere italiani migliori. A quel punto, tutto ciò che sta attorno a voi apparirà in un modo diverso. Avrete preso coscienza che troppe cose nelle nostre vite non vanno, la prima fra tutte é che non siamo felici di vivere questa vita, non in queste condizioni almeno. Perché se il potere ti opprime, se ti spreme come un limone sottraendoti quel poco che hai, non é vita, ma mera sopravvivenza.

Perché quando i poteri pubblici come sta accadendo oggi, violano deliberatamente le libertà fondamentali e i diritti sanciti dalla costituzione, allora il potere pubblico deve essere combattuto ed è fermo dovere di ogni cittadino giovane o vecchio che sia, combatterlo!

Prima cosa dunque ripristinare dentro di noi quel principio costituzionale che hanno intenzionalmente cancellato come tutte le cose che potevano minare il potere.

Ricominciamo Dunque cari amici a credere in noi stessi e nel concetto di “valore sociale”, “unità sociale”, “lotta sociale”!

Vecchie parole certo, vecchie strade, anzi le difinirei antiche, ma sono strade che ritornano innovative e necessarie oggi che non abbiamo altra via d’uscita per difendere quella ricchezza inestimabile che é la nostra libertà.

Perché se uno come Conte ieri ha firmato il patto per il Vaccino, allora noi dobbiamo essere pronti a combattere la tirannia delle lobby farmaceutiche con un altro patto, un patto di fiducia tra gli uomini, un patto di fiducia tra italiani e non importa che questi siano del Nord o del Sud, non dovrà nemmeno importarci che questi siano vecchi o giovani, nella lotta comune, tutti siamo fratelli, tutti siamo mattoni dello stesso muro che li fermerà!

L’ex Art. 50 comma 2 incidetelo dunque nel vostro cuore, siate la resistenza all’abuso che il potere pubblico sta perpetrando su di voi. Io lo prometto, sarò sempre al vostro fianco. E se me lo permetterete in prima fila a difendere un ideale comune.

Italia Moli

#IoSonoItalia🇮🇹

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...