DOWN DI FACEBOOK? CAZZATE! PROVE TECNICHE DI CENSURA IN VISTA DELLE EUROPEE.

Nelle ultime ore si sta verificando nuovamente un “down della rete”, i tecnici lo definiscono volutamente così, alcuni addirittura pubblicano la notizia come se il problema riguardasse a livello globale tutte le app di Zukerberg, dunque Facebook, Instagram, WhatsApp, che a loro dire non funzionerebbero più. E ora attenzione bene a quel che leggerete subito dopo questa immagine!

Cattura pagina salvini

Tutto ciò che dicono è una cazzata madornale perché è un problema di comunicazione circoscritto a livello nazionale e dunque riguardante solo il nostro paese, l’Italia.

Twitter della società twitter.inc funziona perfettamente, così come la versione russa di Facebook che trovate su vk.com e che non è intaccata minimamente dalla censura applicata in Italia dalla sinistra e dal politicamente corretto. Ed è infatti un problema di censura legato ai problemi che state riscontrando sui social, non si tratta di problemi riguardanti la società di Zukerberg che negli altri paesi funziona benissimo. Come vi avevo già precisato nel mio precedente articolo, in italia non abbiamo una versione ufficiale di Facebook, ma abbiamo Facebook Italia che gestisce tutto ciò che accade sulle piattaforme social.

Nelle ultime settimane, nemmeno troppo velatamente Facebook Italia ha colpito direttamente decine di migliaia di utenti chiudendogli o bloccandogli il profilo, così come centinaia di pagine apertamente contrarie alla sinistra. Tra quelle pagine e quei profili c’ero anch’io e decine di miei contatti che hanno dovuto aprire nuovi profili per riuscire nuovamente a comunicare.

Ciò che sta avvenendo dunque, a mio modesto avviso, non è altro che una forma di censura atta a bloccare le comunicazioni e lo scambio di informazioni ed opinioni tra persone appartenenti allo stesso pensiero politico.

Dunque, non si tratta affatto di problemi tecnici, ma di problemi legati alla politica di questi tempi.

Si tratta fondamentalmente di pagine Facebook che appartengono ad uno dei social tra più gettonati della massa votante e che ospitano le idee e il pensiero politico di referenti politici che contano ormai milioni di utenti. Utenti che leggono, notizie e informazioni che spesso i media di informazione convenzionali e prezzolati non diffondono, ma che grazie a quel social vengono diffuse in modo virale in rete diventando così una vera a propria forma di informazione alternativa a quella di regime.

E quelle sono pagine che Facebook Italia non può chiudere così di punto in bianco perché appartenenti a figure istituzionali?

Non si possono chiudere, ma si possono inibire bloccando i server di comunicazione e simulando dunque un down dei servizi. Un blocco indiretto certo, all’apparenza non intenzionale, ma pur sempre un blocco camuffato dietro all’idea diffusa di risolvibili problemi tecnici che riguardano tutti gli utenti. 

Perché sopra ho usato il termine “REGIME”?

Perché a tutti gli effetti in Italia siamo tutti assoggettati ad una forma di regime totalitario della sinistra che nei decenni ha piazzato i propri garanti nei punti chiave di qualsiasi istituzione, media di informazione, giornali e dunque figuratevi voi se non li hanno piazzati anche a controllo delle piattaforme social. Ecco perché è nata Facebook Italia, ecco perché è nata Wikipedia Italia, perché l’illusione della legittimità potesse contare per voi più della legittimità stessa. Ciò che sta accadendo dunque sono solo prove tecniche di censura per bloccare ogni forma di libera comunicazione in Italia. 

Cattura vk 2Rifletteteci su e consiglio mio, cambiate il prima possibile social trasferendovi tutti su vk.com. Iscrivervi è semplicissimo, ma non iscrivetevi MAI utilizzando il pulsante che vi dice che potete farlo più facilmente utilizzando il vostro account Facebook, perché in tal caso, sarete ancora sotto il controllo di Facebook Italia che potrà monitorare e profilare tutto ciò che scrivete o pubblicate e memorizzare ogni vostro contenuto. Ecco dunque il mio consiglio, spendete 5 minuti in più del vostro tempo ed iscrivetevi inserendo nuovi dati. Per nuovi dati intendo una nuova email, diversa da quella che avrete utilizzato su Facebook, una nuova password diversa da quella che avrete utilizzato su Facebook ed un nuovo numero di telefono se quest’ultimo avrete fatto la cazzata di registrarlo su Facebook. Perché vi dico queste cose? Perché voi non avete la più pallida idea di a chi avete fornito i vostri dati personali.  Imparate a farvi furbi se navigate in Rete, perché siete un bersaglio molto facile ad ogni click.

#IoSonoItalia🇮🇹

2 pensieri riguardo “DOWN DI FACEBOOK? CAZZATE! PROVE TECNICHE DI CENSURA IN VISTA DELLE EUROPEE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...