1.400 BAMBINE STUPRATE DA IMMIGRATI: COPERTI IN CAMBIO DI VOTI ALLA SINISTRA

ECCO CHE COSA ACCADE IN QUEI PAESI CHE I SINISTRATI CI DESCRIVONO COME MODELLI DI EMANCIPAZIONE CULTURALE DA SEGUIRE. STATE IN GUARDIA! STATE MOLTO ATTENTI! LEGGETE A COSA LI HA PORTATI UNA FALSA EMANCIPAZIONE, UNA FALSA INTEGRAZIONE, UN FALSO MULTICULTURALISMO!

Fonte: Voxnews

In un paese celebrato dai radical chic per il suo multiculturalismo, l’integrazione, l’emancipazione culturale, i ripetuti stupri di bambine bianche hanno raggiunto l’incredibile soglia di 1400 casi tra il 1997 e il 2013. Si parla di casi avvenuti nella sola bambina-nero-672x372 (1)città di Rotherham, da parte di immigrati, per lo più pakistani con cittadinanza britannica. Innegabilmente questo dato mostra il grado di perversione cui arrivano le società multietniche tanto care alla Boldrini e ai vari Saviano, Lerner e compagnia bella. Tuttavia, ciò che è forse peggio in questi casi è l’omertà della polizia e dei funzionari timorosi di essere accusati del solito “razzismo”. Questa storia atroce va avanti ormai da quindici anni durante i quali le denunce delle bambine che si sono susseguite sono state sempre insabbiate. Insabbiate perché su pressione dei locali politici della sinistra potevano accendere nell’opinione pubblica un sentimento di odio profondo che avrebbe destabilizzato il mondo politico e soprattutto minacciato la serenità della comunità pakistana che “per l’equivalente PD di quel luogo”, come da noi, rappresentava un enorme e importantissimo bacino di voti. Ecco il risultato dello ius soli tanto voluto dalla sinistra e che stanno tentando di applicare con forza anche in Italia.

I predatori di Rotherham, veri e propri animali come quelli delle città circostanti, Bradford, Sheffield, Rochdale o Derby, hanno una cosa in comune: sono tutti pakistani. Le vittime sono bambine e ragazzine bianche, più di un terzo delle quali erano note ai servizi sociali. Avevano tutte età comprese tra i 12, 13 o 14 anni.

Il peggio, se un peggio è possibile concepirlo eccolo nelle prossime righe.

Per sedici anni, la polizia e i servizi sociali sapevano, ma hanno taciuto in complicità con la magistratura. Non fecero assolutamente nulla! Lo rivela un rapporto pubblicato nell’agosto 2014 dall’autorità nazionale per gli affari sociali guidata da Alexis Jay. E  attenzione bene, perché la città di Rotherham è solo la punta dell’iceberg. Sono migliaia i casi identici in tutta l’Inghilterra.

Spostata come un pacco da una città all’altra, percossa, torturata, minacciata, violentata. Questo raccontano tutte le giovanissime vittime.

Secondo il professor Jay, il numero dei casi accertati è sicuramente inferiore alla realtà. In un primo momento violentate, stuprate barbaramente da coloro che si spacciavano per loro fidanzatini esca, sono state poi “passate” ad altri uomini più anziani, fratelli,  padri, cugini o amici. Da quel momento le ragazze venivano allontanate alle famiglie e di loro se ne perdeva ogni traccia da parte della famiglia.

Minacciate e percosse ogni giorno.

“Se parli, violenterò tua madre prima di te”, promise Tariq ad Emma dopo averle massacrato il volto a sberle e pugni.

Centinaia, migliaia di ragazze sono rimaste intrappolate in questo schema ricorrente che psichiatri e polizia chiamano “grooming”. Un processo in sei fasi creato da predatori sessuali su minori, in particolare via Internet.

Disprezzate da tutti, stupratori, polizia e servizi sociali, trattate come vera e propria “spazzatura bianca”, ragazzine povere, di famiglie con scarse disponibilità economiche, senza valore:

“Hai accettato regali e poi ci sei andata aletto però? Allora sei una prostituta”, disse l’assistente sociale a Lizzie, che a lei si era rivolta per aiuti.

Un’altra vittima è stata snobbata da un agente di polizia: “Non sei la prima a essere violentata da X. Né sarai l’ultima”.

Il fratello minore di Arshid Hussain, uno degli stupratori, lo ha difeso in un’intervista con la BBC: “Mio fratello non è un mostro. Queste ragazze, vestite con minigonne, vanno nei bar, nei club e la mattina dopo si svegliano urlando allo stupro”.

Un avvocato: “Sono uno specialista in abusi sessuali su minori. Come tale, lavoro con la polizia da vent’anni. Ci sono, anzi si sono create nel tempo delle relazioni corrotte tra polizia e molestatori o stupratori. Inoltre, il successo del Partito Laburista (equivalente del PD italiano) a Rotherham nelle elezioni dipende dal voto “pakistano”. Molti qui ormai hanno la convinzione che i criminali siano collegati ai politici locali”. Ottengono l’impunità in cambio di voti e fedeltà al partito.

Ecco il marcio che affiora da quelle culture che vi illustrano come un modello da seguire. E badate che questo è solo uno dei tanti casi. Pensateci, quando sentite politici, giornalisti e funzionari di sinistra difendere gli immigrati. Pensateci molto bene alle prossime Europee prima di dare il vostro voto al M5S o a qualche partito di sinistra perché il M5S è una stampella della sinistra sgangherata che il 4 marzo 2018 è stata mandata a casa.

ATTENZIONE AIUTACI A CONDIVIDERE OVUNQUE UN ARTICOLO IMPORTANTE CHE RIGUARDA LA STORIA DEL NOSTRO PAESE: CLICCA QUI

#IoSonoItalia🇮🇹 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...