VENEZUELA: L’EFFETTO COMUNISMO

E’ drammatico e mi spezza il cuore l’appello di questa dottoressa venezuelana che non sa più in che modo curare chi arriva al pronto soccorso o peggio i degenti “ricoverati” in quei corridoi, in quelli che solo fino a poco tempo fa erano reparti di chirurgia, di cardiologia, di pediatria e Dio solo sa che altro. La chiamerò Maria questa giovane dottoressa. Un nome molto comune, un nome di fantasia che userò per tutelare la sua incolumità. Gliel’ho promesso! Se51786759_1207694779379226_6357913102712832_n si sapesse di questa denuncia, di questa sua richiesta d’aiuto verrebbe subito prelevata dalla polizia di Maduro e rinchiusa in carcere riconosciuta come fascista. Perché vedete, è proprio l’antifascismo l’attuale ossessione del dittatore Maduro in Venezuela, ed è meglio usare ogni precauzione visto che questo articolo verrà letto anche dagli antifascisti italiani, quelli che stando comodi nelle loro agiate case alzano il pugno e riconoscono nella figura del compagno comunista Maduro non uno spietato dittatore, ma il vero, unico e legittimo presidente del Venezuela. Questo articolo potrà essere letto anche da tutti coloro che diffondono menzogne e bugie in rete, nei talk show delle TV private e sui giornali; ossia da quei personaggi che non vi diranno mai che in Venezuela chiunque si opponga alla dittatura chavista/comunista è considerato un fascista e va in carcere dopo essersi preso una buona dose di percosse. E secondo voi, parliamoci chiaro, poteva mai esserci un aperto sostegno al legittimo presidente dell’Assemblea nazionale Guaidò quando la nostra Italia è ancora infestata dagli antifascisti? No signori! Siamo ancora troppo pieni di vigliacchi in questo paese anche se il 4 marzo hanno presa una sonora batosta e qualcosa sta finalmente cambiando anche nel nostro paese.

Ecco perché siamo gli unici in Europa a non aver riconosciuto Guaidò come legittimo e temporaneo presidente del Venezuela anche se questo è sancito dalla costituzione venezuelana. Dovrebbe farvi riflettere questa cosa, spero, mi auguro. Intanto sappiate che nelle ore scorse, alla camera e al senato, i grillini hanno ottenuto la maggioranza sulla questione votando all’unanimità per la non ingerenza e l’astensione dal riconoscimento di Guaidò come Presidente della Repubblica Venezuelana. Così l’ipocrisia e la vigliaccheria del M5S si è palesata nella dichiarazione di “non volersi immischiare con questioni politiche inerenti altri stati, né di voler interferire con le democrazie di altri paesi”.

Eppure, qualche giorno fa, proprio Di Maio e Di Battisti ci  avevano messo meno di due minuti a salire in macchina per andare ad incontrare i gilet gialli e un rivoluzionario pronto alla lotta armata e ad un golpe militare contro il governo francese creando un incidente diplomatico con la Repubblica francese che non ha precedenti nella storia della democrazia italiana. E allora diciamolo! Alla faccia della coerenza sulla non ingerenza! E anche la frase di Di Maio di qualche tempo fa dovrebbe tornarvi alla memoria, quando essendo venuto a conoscenza di una barca carica di migranti e vicina alle coste maltesi disse:

“dobbiamo salvare donne e bambini perché è un principio umanitario sancito dalla nostra costituzione”.

Povero Di Maio che come Calimero vede l’ingiustizia ovunque, soprattutto la dove gli fa comodo. E come se non bastasse ci si mette anche l’antifascista Mattarella il quale dichiara che “in Venezuela ci dovranno essere nuove elezioni se vogliono che l’Italia riconosca un nuovo e legittimo presidente”. Pazzesco, come se non sapesse che le elezioni in Venezuela sono solo una farsa controllata dalla polizia di Maduro. E allora bravo anche Mattarella che ci ha messo del suo in questa buffonata. Bravi tutti, così potrete dire di #restareumani comodamente seduti in una fredda sera d’inverno davanti al caminetto sfogliando qualche rivista di viaggi in previsione delle vacanze pasquali. E allora fatevi un bel viaggetto per misurare il vostro grado d’umanità. Andate in Venezuela a fare la vostra bella vacanza e magari in uno di questi ospedali dove Maria vi mostrerà che cos’è il dolore, che cos’è la fame, che cos’è la disperazione.

Ecco le foto che mi ha inviato Maria. Guardatele, ascoltate l’urlo di dolore del Venezuela e di ogni paese che ha avuto la sfortuna di conoscere il regime dittatoriale comunista e se ce n’è ancora un briciolo di comunismo dentro di voi, beh, allora, vergognatevi! Vergognatevi perché non siete umani, siete solo feccia!

#IoSonoItalia 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...