SAVIANO: NIENTE MAGLIETTE ROSSE PER GENOVA, MA FEDELI E CAPRONI SEMPRE

Secondo voi, Roberto Saviano, poteva sprecare la sua potenzialità intellettuale per scrivere due righe di cordoglio per le vittime di Genova? No! Eppure ne ha sempre tante di energie intellettuali per scrivere sul “ministro della malavita” come definisce lui Matteo Salvini. Ha sempre avuto tante energie per scrivere dei suoi fratelli migranti che morivano in mare, ma, non ha parole di cordoglio per chi muore schiacciato da un ponte Genova . Il massimo che fa é sbattere sulla sua pagina Facebook una poesia che c’azzecca ben poco con quanto accaduto, ma è una poesia di Caproni e questo basta e avanza.

Roberto Saviano

Chi è Caproni?  Caproni è “un rosso” qualsiasi per lo più sconosciuto e ripescato l’anno scorso dal solito branco degli autori mediocri della sinistra. Pare sia stato “suggerito” addirittura dalla Ministra Fedeli e successivamente infilato con prepotenza nell’esame di maturità. E si vedeva che al Ministero dell’Istruzione avevamo la Fedeli anche dagli errori tipici di un analfabetismo funzionale che comparivano sulla pagina dedicata agli Esami di Stato.

MIUR traccie

Poi, solo dopo, ho scoperto che certe “Traccie” erano un segno semantico del passaggio di Caproni. Ricordo che mi scompisciai dalle risate quel giorno, poi l’errore graziaddio fu corretto perché era a dir poco vergognoso. Le polemiche che ne erano scaturite non davano tregua al Miur, ma c’era ancora la questione Caproni da risolvere. Chi cavolo era sto Caproni? Titoli? Premi in letteratura? Nessuno, era il Signor nessuno! Poi però, fatti due collegamenti e qualche ricerca nella vita di questo poeta livornese, ho capito perché era stato scelto. Era semplicemente uno dei tanti comunisti dei quali siamo costretti a studiarne a scuola i testi. I suoi “versicoli quasi ecologici” mettevano più che altro il rigurgito. Un testo a mio avviso mediocre, banale, insulso come del resto lo sono state molte cose che la sinistra ha spacciato per arte o cultura negli anni.

Ed ecco una poesia di Caproni ripescata casualmente anche dal Saviano di turno. Personalmente trovo inutile copiarla e riproporla sul mio blog, così se vi va, andatevela a leggere sulla pagina di Saviano. Tanto si sà che Saviano scopiazza qua e là da altri autori, ma almeno per una volta in vita sua ha avuto il buongusto di citare l’autore. Chissà perché l’ha fatto? Forse era troppo mediocre per appropriarsene? Lasciamo ai posteri il dilemma.

One thought on “SAVIANO: NIENTE MAGLIETTE ROSSE PER GENOVA, MA FEDELI E CAPRONI SEMPRE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...