Sbarcano i corpicini esanimi di tre bambini. O forse no?

E’ incredibile quanto l’opinione pubblica sia bombardata da certi media di informazione che mostrano scene raccapriccianti. Sono incredibili le storie che propinano alla gente pur di convincerla di una presunta responsabilità riconducibile a loro stessi. Eh si, perché se li avete votati, sentitevi in colpa anche voi. Voi tutti siete responsabili delle presunte morti di quei bambini annegati a pochissime miglia dalle coste libiche. Il Corriere Della Sera, quelle foto, ve le sbatte in faccia, senza il minimo pudore, quasi a dirvi…. Guardate la tragedia con i vostri occhi e che il rimorso di coscienza possa logorarvi l’anima!

Cattura

L’Italia….uno tra i paesi dove la corruzione è più alta al mondo. L’Italia, il paese dove la menzogna è di moda da oltre 70 anni. In Italia la politica ci campa su queste cose e soprattutto oggi pare diventare più infame e subdola pur di screditare questo nuovo Governo voluto dal popolo. Il protezionismo e il nazionalismo stanno prendendo piede anche in Italia come oltre oceano e innegabilmente, questo mina tanti interessi e business legati alla malavita organizzata. Il business dell’immigrazione oggi, in Italia, vale più della droga e della prostituzione messi insieme. E’ notizia solo di qualche giorno fa, quella delle due Onlus di Latina, dei sei arresti portati a termine dalle forze dell’ordine  per i reati di falso, truffa aggravata, frode nelle pubbliche forniture e maltrattamenti nei confronti dei migranti. L’Italia  è stata trasformata nel tempo nel paese di questi negrieri che speculano sull’umanità. Una costellazione infinita di queste Onlus per l’accoglienza sono nate negli ultimi anni. Soldi, anzi, soldoni, si guadagnano senza fare troppo sforzo. Basta una struttura fatiscente, l’amicizia giusta, e te la riempiono di migranti. Così, dietro la facciata perbenista della solidarietà e dell’accoglienza, troppi stanno nascondendo unicamente la volontà di lucrare sulle disgrazie altrui. Poverini quei bambini, mi si spezza il cuore nel vedere i loro corpicini, tra le mani di chi li ha raccolti in mare. Si dice fossero di origine egiziana e marocchina, ma che io sappia è davvero raro vedere bambini marocchini o egiziani così chiari. Chissà, forse sarà pure possibile, ma di certo, questa cosa al lettore, balza subito all’occhio accendendo non pochi dubbi. Del resto lo stesso Corriere Della Sera, l’11 Agosto 2017 pubblicava un video sulle Rebord Doll, bambole talmente reali da sembrare bambini veri. Potete spulciare anche questo catalogo se volete restare stupite. Esistono modelli di bambole perfettamente identici a bambini reali tanto che diventa davvero difficile riconoscerli.

quinlynn-foto-blog-1

 

Alcuni sul web, urlano giustamente alla montatura. Altri, all’ipotesi che si tratta di un falso, si indignano ancora di più restando increduli di fronte alle reazioni degli atri. Chi avrà ragione e chi torto? Una cosa è certa, i dubbi ci sono, ma al di questo, io mi chiedo… Come mai siamo arrivati al punto di non rispettare nemmeno più la morte di un bambino pur di raggiungere uno scopo o intento politico? , Come mai nelle molte tragedie precedenti che hanno avuto luogo in mare e quando questo governo non era ancora al potere, queste immagini così raccapriccianti non sono mai state mostrate all’opinione pubblica? Arriva anche l’accusa, dura e a mio avviso eccessiva, dalla Ong Poactiva Open Arms che scarica sulla coscienza dell’Italia e degli italiani il peso dei 100 migranti morti nell’ultimo naufragio al largo delle coste libiche. Come se non fossero stati i trafficanti, che li hanno stipati su una barca troppo piccola e con un motore malandato, a provocarne il naufragio e l’annegamento. Su una cosa però credo che siamo tutti d’accordo. Nessuno dovrebbe avere l’opportunità di sfruttare la povertà o peggio la disgrazia altrui per un proprio tornaconto personale. Men che meno certi giornalisti che hanno strumentalizzato una tragedia utilizzando quelle immagini per turbare intenzionalmente l’opinione pubblica.  Chi muore non è carne da macello buona per essere impacchettata in un giornale. Un briciolo di rispetto, sarebbe gradito.

Aggiornamento del 02/07/2018 ore 12:00: qualcuno ha avuto anche il cattivo gusto di farne un video e pubblicarlo su youtube….pazzesco. Pazzesco pensare che esista gente senza scrupoli che pur di sostenere un’accusa, tra l’altro ingiusta nei confronti del nostro paese, sarebbe disposta a far di tutto.

Se vi va di guardarlo il link è equesto: https://www.youtube.com/watch?v=-8cZE78bKQw&app=desktop

 

4 pensieri riguardo “Sbarcano i corpicini esanimi di tre bambini. O forse no?

      1. Già che ci sono ti do anche un altro consiglio, lo stesso che do a tutti i bloggers emergenti: commenta a tutto spiano sugli altri blog. E’ il modo migliore per farsi conoscere in giro, e cominciare a formarsi lentamente un proprio pubblico. Grazie a te per la risposta! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...